I Paesi considerati dalla East European Neighbourhood Policy hanno mostrato negli ultimi anni forti differenze nel tasso di occupazione rispetto all’età, criterio che non ha risparmiato neanche l’Unione europea. Il tasso di disoccupazione delle persone dai 15 ai 24 anni è stato infatti almeno due volte più alto delle persone dai 25 ai 74 anni nei paesi ad est dell’Unione Europea (ENP–East countries, Youth statistics, Eurostat, 2014). In Europa, il 23,4% – ovvero più di una persona ogni 5 giovani potenzialmente occupabili – non ha attualmente un lavoro (Unemployment statistics, Eurostat, 2014).

Poiché al giorno d’oggi la conoscenza è considerata una delle fonti più strategiche per l’occupazione e imparare è il processo più strategico al fine di trovare un lavoro, il Corso di Formazione “Can&Do” avrà come scopo quello di fornire agli operatori giovanili metodi “pronti all’uso” sulle modalità di assistere i più giovani con le competenze di cui hanno bisogno per integrarsi e rafforzarsi in una società basata sulla conoscenza. Poiché i giovani sono una priorità nella visione sociale dell’Unione Europea e l’attuale crisi rende sempre più importante il bisogno di sostenere il giovane capitale sociale (Eurostat), il fine ultimo del corso di formazione di sviluppare il capitale umano e sociale si realizzerà attraverso la creatività, la cultura imprenditoriale e dell’innovazione e la mentalità del “poter fare”.

Attività

Tutte le attività sono condotte attraverso l’utilizzo di metodologie non-formali e informali, quali l’Approccio Maieutico Reciproco, il Pensiero Creativo e l’apprendimento attraverso attività artistiche. Sessioni teoriche da integrare al flusso generale delle attività e condotte in maniera interattiva.

Risultati

  • Comprensione del concetto di società/economia basata sulla conoscenza, capitale sociale ed umano, crescita sostenibile/inclusiva/intelligente.
  • Diffusione di metodi “pronti all’uso” per la gestione della creatività, della cultura dell’innovazione ed imprenditoriale e della mentalità del “poter fare”.
  • Riaffermazione del metodo dell’Approccio Maieutico Reciproco per un ulteriore implementazione nel lavoro con i più giovani.
  • Dimostrazione del ruolo del capitale umano e sociale dei giovani.
  • Miglioramento della qualità e incremento della cooperazione tra i partner Europei e i paesi dell’Est Europa.
  • Esperienze e best practices condivise nell’area sia del contrasto della disoccupazione giovanile che dell’utilizzo del capitale sociale.
  • Diffusione delle informazioni sugli attuali programmi Europei e dell’Anno Europeo per lo Sviluppo 2015.

Partners

Istituzione Finanziatrice

Erasmus+, KA1 – Learning Mobility of Individuals – Mobility of youth workers

Durata del progetto

01/01/2015 – 31/12/2015

Contatti

Alberto Biondo: alberto.biondo@danilodolci.org

Sito ufficiale del Centro Sviluppo Creativo Danilo Dolci