Lo scorso Venerdì 6 dicembre 2019, il Centro per lo Sviluppo Creativo Danilo Dolci ha partecipato a Roma, presso “Spazio Europa”, la sede del Parlamento Europeo in Italia, alla Conferenza Internazionale sui “I processi di integrazione dei giovani di origine straniera e la riforma della cittadinanza”.

L’incontro si inserisce nell’ambito del progetto ArtsTogether – Integrazione dei bambini migranti tramite l’espressione artistica, finanziato dalla Commissione Europea attraverso il programma AMIF, ed ha visto la presenza, fra i tanti partecipanti rappresentanti delle istituzioni politiche, del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, del Presidente della Commissione Affari Costituzionali della Camera dei Deputati, nonché relatore della legge sulla riforma della cittadinanza, Giuseppe Brescia, e di Graziano del Rio, capogruppo PD alla Camera dei Deputati.

Inoltre, hanno partecipato rilevanti rappresentanti di organizzazioni della società civile, in prima linea sui temi della integrazione tra cui la leader del movimento “italianisenzacittadinanza” oltre a docenti universitari, il coordinatore nazionale dell’aerea Welfare della CGIL, oltre ovviamente al coordinatore del progetto ArtsTogether, Smaro Boura dell’Università del Peloponneso, insieme agli altri partner del progetto da Italia, Grecia, UK, Belgio e Austria.

La conferenza è stata un’occasione molto importante di confronto e scambio, per ribadire l’importanza della riforma della cittadinanza a livello nazionale e politico, come punto di svolta per una valorizzazione dei processi virtuosi di educazione, formazione e integrazione, portati avanti dai vari attori che lavorano sul campo.

Tra questi processi virtuosi e iniziative volte a favorire l’integrazione, si inserisce il progetto ArtsTogether che è stato portato avanti per due anni, con lo scopo di sviluppare e sperimentare un curriculum basato su attività artistiche e approcci collaborativi per fornire agli insegnanti gli strumenti per affrontare le diversità che oggi caratterizzano sempre più frequentemente le classi delle scuole di ogni ordine e grado, promuovere lo scambio e la comprensione reciproca ed il rispetto fra studenti e migliorare il rendimento degli studenti migranti.

Durante la conferenza, la coordinatrice del progetto ha presentato appunto i risultati raggiunti nel corso di questi due anni, e in particolare il curriculum inclusivo basato su attività artistiche che è oggi a disposizione di insegnanti, educatori e formatori che vogliano utilizzare l’arte per favorire il dialogo tra le culture. Il curriculum e gli altri prodotti del progetto sono scaricabili sul sito https://www.artstogether.eu/home

La conferenza ha rappresentato il momento finale del progetto, insieme all’incontro finale tra i partner del progetto che ha avuto luogo il 5 Dicembre presso la sede dell’ARCI Nazionale a Roma. Il progetto ArtsTogether ha visto il Centro per lo Sviluppo Creativo Danilo Dolci impegnato principalmente nello sviluppo dei materiali formativi confluiti nel curriculum, e nella sperimentazione dello stesso presso l’asilo nido comunale “Braccio di Ferro” sito nel quartiere Ballarò, con un’alta presenza di bambini con background migratorio. La sperimentazione ha incluso incontri formativi con le educatrici del nido, sulle tematiche della sensibilità interculturale e su tecniche artistiche utili a stimolare i bambini nell’apprendimento e nell’apprezzamento della diversità, oltre a laboratori pratici con i bambini stessi attraverso l’arte, la musica e il movimento, sia a scuola che durante un evento pubblico tenutosi a piazza Magione lo scorso 4 Ottobre.

La creatività e l’attenzione alle fasce più svantaggiate della nostra società rappresentano i cardini della mission del nostro Centro. Per avere maggiori informazioni su progetti e iniziative legate a queste tematiche, contattaci o visita il nostro sito.