È possibile influenzare positivamente il percorso di crescita e apprendimento dei bambini e degli adolescenti, lavorando sulla loro comprensione e gestione delle emozioni?

A conclusione di tre anni di lavoro congiunto su questi temi, i partner del progetto EUMOSCHOOL – Emotional Education for Early School Leaving Prevention, si sono incontrati a Viterbo, nei giorni 8 e 9 luglio 2018, per tirare le somme dei risultati raggiunti dal progetto.

I partner hanno avuto modo di ripercorrere le varie tappe del progetto, analizzare i risultati ottenuti in questi 3 anni, condividere le esperienze di questo ultimo anno di implementazione nelle scuole e valutarne l’impatto. Ogni partner ha anche illustrato le iniziative intraprese a livello nazionale per diffondere i prodotti del progetto e promuovere – grazie ad essi – l’introduzione dell’educazione emotiva all’interno del curriculo scolastico. Infine, si è riflettuto e pianificato possibili iniziative e progetti futuri per continuare il percorso intrapreso e assicurarne la sostenibilità.

Con oltre 80 insegnanti da più di 50 scuole diverse in 5 Paesi, formati sui temi dell’educazione emotiva e sulle tecniche della Didattica delle Emozioni, e con più di 1100 studenti coinvolti in totale nell’implementazione di queste tecniche per il miglioramento delle loro competenze emotive e trasversali, il progetto EUMOSCHOOL ha sviluppato strumenti e risorse a supporto degli insegnanti e degli studenti, allo scopo finale di creare un ambiente di apprendimento positivo e favorevole e contribuire così alla prevenzione dell’abbandono scolastico.

Questi strumenti e queste risorse sono stati presentati durante la conferenza finale del progetto, che si è tenuta presso l’Università della Tuscia, all’interno del Festival Nazionale dell’Educazione, nella sua giornata conclusiva di domenica 8 luglio 2018. In particolare, sono stati sviluppati:

  • EUMOSCHOOL OER (Risorsa Educativa Aperta): una piattaforma di auto-apprendimento sulla Didattica delle Emozioni rivolto agli insegnanti e ospitata da MOODLE;
  • Linee Guida per un approccio olistico alla prevenzione dell’abbandono scolastico: un documento in due versioni – digitale e cartaceo – che contiene una summa delle esperienze di studenti e insegnanti nel corso della fase di implementazione, con istruzioni passo per passo per l’applicazione della Didattica delle Emozioni, un metodo ideato in Italia che ci ha consentito di introdurre l’educazione emotiva nelle scuole di cinque diversi Paesi europei;
  • Raccomandazioni politiche: un documento rivolto ai decisori politici e ad altri soggetti chiave con indicazioni su strategie auspicabili volte a combattere l’abbandono scolastico a livello locale, nazionale ed europeo.

Sono intervenuti alla conferenza:

– I fondatori e alcuni psicologi membri dello staff dell’Emotional Training Center, che hanno sviluppato la metodologia della Didattica delle Emozioni su cui si basa il progetto, che hanno mostrato i dati empirici sull’analisi dell’effetto delle attività implementate durante il primo anno di testing nelle scuole;

  • i coordinatori del progetto, del Centro per lo Sviluppo Creativo Danilo Dolci, che hanno presentato i prodotti finali del progetto;
  • i partner del progetto, che hanno raccontato l’esperienza vissuta nelle scuole dei loro paesi;
  • alcuni insegnanti dalla Romania, che hanno raccontato in prima persona il loro vissuto e il riscontro avuto con i propri alunni.

Il progetto si concluderà il 31 Agosto prossimo, ma tutti i prodotti saranno gratuitamente fruibili sul sito eumoschool.eu.

EUMOSCHOOL- Emotional Education for Early School Leaving Prevention è finanziato dal programma Erasmus+, Azione chiave 2 – Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche, Partenariati strategici, settore SCUOLA.

Il partenariato del progetto si compone di 7 organizzazioni:

Se vuoi saperne di più, visita il sito eumoschool.eu o scrivi a antonella.alessi@danilodolci.org.

Sito ufficiale del Centro Sviluppo Creativo Danilo Dolci