La formazione dello staff del progetto M-EASY si è tenuta a Palermo dal 27 al 31 maggio con grande successo.

Durante questi cinque giorni di formazione, i partner hanno avuto l’opportunità di discutere diverse questioni su come migliorare la piattaforma online nel modo più efficace.

La presentazione dell’e-Directory delle applicazioni mobili esistenti è una parte cruciale del processo di apprendimento e della formazione, in quanto, come spiegato, offre agli studenti l’opportunità di autoformazione iniziale per migliorare le proprie competenze matematiche utilizzando un approccio innovativo alle Mobile Apps.

Uno degli obiettivi più importanti dell’incontro è stato quello di testare tutte le 22 applicazioni matematiche orientate ai problemi, i cosiddetti scenari, e di contribuire al loro sviluppo per garantire un impatto positivo per i gruppi target specifici del progetto. I partecipanti di tutti i paesi partner hanno lavorato in gruppi per testare la funzionalità delle Mobile Apps sia a livello di contenuto che di tecnica. Attraverso questa attività, i partecipanti hanno avuto l’opportunità di discutere individualmente e in gruppo i miglioramenti necessari che desiderano vedere nelle Mobile Apps.

In aggiunta a quanto sopra, è stato anche introdotto il ”Learner’s Support Corner”, dove il futuro discente può avere l’opportunità di discutere con gli educatori per adulti.

Gli ultimi due giorni di formazione sono stati dedicati alla presentazione del ‘Toolkit per educatori per adulti’, concentrandosi sullo sviluppo delle competenze necessarie per un efficace svolgimento del corso di formazione M-Easy. Questa presentazione di due giorni ha avuto cinque diversi assi tematici:

  1. Metodologia delle Mobile Apps dell’era digitale aperta e innovativa per raggiungere meglio gli studenti poco qualificati.
  2. Metodologia e piano delle lezioni
  3. Guida su come lavorare con le Mobile Apps per lo sviluppo di competenze matematiche.
  4. Strumenti di valutazione e monitoraggio per facilitare il processo di validazione delle abilità e competenze dei corsi di formazione “M-Easy”.
  5. Approcci educativi efficaci orientati ai discenti per adulti poco qualificati, compresi i rifugiati, i richiedenti asilo e i migranti.

Infine, ma ancora più importante, nella sessione finale della formazione, i partner hanno condiviso le storie di successo di integrazione di adulti poco qualificati attraverso l’istruzione, sperando che possano essere un beneficio per portare a grandi risultati il progetto.