Lo sviluppo del pensiero critico è uno strumento efficace per prevenire fenomeni di radicalizzazione nelle scuole e per sensibilizzare i più giovani al multiculturalismo e alla diversità. Per raggiungere questi obiettivi, è importante promuovere tra gli studenti i valori comuni dell’UE di libertà, tolleranza e non-discriminazione.

Come aiutare gli insegnanti in questo difficile compito?

Si è svolto dal 22 al 23 novembre 2018 a Palermo il kick-off meeting del progetto PRACTICE – Preventing Radicalism through Critical Thinking Competences. Il progetto coinvolge 7 partner tra cui:

Durante l’incontro, i partner hanno avuto la possibilità di discutere insieme le questioni amministrative e finanziarie ma soprattutto di confrontarsi sui temi fondamentali del progetto, quali i concetti di radicalizzazione e di pensiero critico nei diversi contesti nazionali. Lo scopo principale del progetto è quello di sviluppare un programma europeo di sviluppo professionale continuo (CPD) per gli insegnanti, incentrato sulla promozione delle competenze sociali, civiche e interculturali e sul pensiero critico degli studenti delle scuole secondarie.

Il progetto PRACTICE avrà una durata di 3 anni e verrà implementato attraverso diverse attività che prevedono inizialmente una ricerca sul campo, attraverso interviste e focus group, per identificare i bisogni di CPD, i metodi di insegnamento del pensiero critico e la prevenzione del radicalismo nei contesti scolastici.

Il progetto è finanziato dal Programma Erasmus+ KA2 Strategic Partnership in the field of School e mira a fornire agli insegnanti, attraverso attività di capacity building, nuovi strumenti per affrontare la diversità in classe e per comprendere e prevenire i processi di radicalizzazione negli ambienti educativi. L’azione coinvolgerà 56 insegnanti, 35 scuole e 1120 studenti di 6 diversi paesi.

Il prossimo meeting del progetto si svolgerà a Liverpool (Gran Bretagna) la prima settimana di Aprile 2019 dove verranno discussi i primi risultati delle attività di ricerca dei partner.

Per informazioni ulteriori, si prega di contattare Antonella Alessi: antonella.alessi@danilodolci.org.

Tags:
Sito ufficiale del Centro Sviluppo Creativo Danilo Dolci