Amo leggere, credo sia un’attività importante che sempre meno persone fanno. Solitamente, “guardiamo” un testo o pensiamo che leggere sia noioso. Ma può essere divertente, apre la mente e ispira l’immaginazione. – Vania, Austria

 

READ è proprio questo: promuovere la lettura tra i giovani, in particolare coloro che vivono in contesti svantaggiati, attraverso attività creative e approcci non-formali per sostenere la loro inclusione sociale.

 

Questo progetto può contribuire a cambiare l’attitudine verso la lettura e diventare un movimento. Dà line guida per la realizzazione pratica di attivbità in diverse istituzioni. Questo progetto è risultato utile e interessante per il mio lavoro quotidiano. – Madhu, India

 

Operatori giovanili e giovani da Italia, India, Kenya, Slovenia e Austria si sono incontrati a Vienna (Austria) per il Workshop e il Festival finale di READ. Persone già coinvolte nelle attività locali educative di READ che volevano condividere la loro esperienza e il lavoro svolto nei loro paesi:  una settimana intensa che ci ha reso una comunità creative!

 

Sono stata coinvolta nelle attività locali in Slovenia e nella job shadowing in India. Sono stata motivata a partecipare all’evento finale a Vienna per condividere la mia esperienza e vedere i risultati degli altri gruppi coinvolti nelle attività locali del progetto. – Simona, Slovenia

 

Guidato attraverso attività di team-building e creative, ciascun paese ha condiviso la propria esperienza locale e ciò che ha imparato da essa in gruppi interculturali. Abbiamo provato ad identificare le cause per cui leggere non è attrattivo per i giovani e avviato sessioni di brainstorming per le possibili soluzioni e idee per favorire un nuovo modo di approcciarsi alla lettura come un’attività creativa, stimolante e appagante usando diversi canali, strumenti e media.

 

In Kenya, la percentuale di giovani che si interessano alla lettura continua ad aumentare. Sono venuto a Vienna per imparare dagli altri partecipanti quali metodologie usano nei loro paesi per stimolare l’interesse dei giovani verso la lettura come un modo per aprire la loro immaginazione. – Venuste, Kenya

 

A conclusione della settimana, abbiamo organizzato il Festival Finale per presentare il percorso di READ e gli strumenti sviluppati durante la settimana e i quasi due anni di progetto. È stata l’occasione per presentare al pubblico i risultati, le attività e il lavoro di ciascun partner nelle loro comunità locali.

Mi piace lavorare in gruppo, mi stimola perché è sul dare e ricevere. L’argomento mi affascina: quest’idea di usare approcci creativi per la lettura. – Magassouba, Italy

Nelle prossime settimane, pubblicheremo la risorsa educativa online (OER) di READ con tutte le attività e gli strumenti sviluppati come parte del progetto.

READ – Reducing social Exclusion through a creative approach to reADing è co finanziato dalla Commissione Europea attraverso il programma Erasmus+, KA2 Capacity Building for Youth.

Il progetto coinvolge 5 organizzazioni partner da 3 continenti diversi:

Per ricevere maggiori informazioni sul progetto, visita il sito www.readproject.eu o contatta a cooperation@danilodolci.org.

 

Tags:
Sito ufficiale del Centro Sviluppo Creativo Danilo Dolci