Il 18 e 19 Maggio abbiamo dato inizio insieme ai nostri partner Eco Logic (Macedonia del Nord) e Vuelta Sport Association (Ungheria) al progetto The Art of Cycling. Il nostro primo incontro si è svolto in modo virtuale e abbiamo avuto modo di presentarci e di discutere dell’organizzazione del progetto, stabilendo i prossimi passi per la realizzazione delle attività.

La pandemia ha avuto effetti imprevisti su quasi tutti gli aspetti delle nostre vite e abitudini. In particolare abbiamo assistito ad un notevole incremento dell’utilizzo della bicicletta come mezzo sicuro e sostenibile di trasporto che richiede conoscenze pratiche per il suo corretto utilizzo che la maggior parte di noi non possiede. Abbiamo anche assistito alle difficoltà economiche che varie categorie di lavoratori hanno affrontato e stanno affrontando, come gli artisti, particolarmente colpiti dagli effetti della pandemia. Il progetto The Art of Cycling fa incontrare questi due mondi, l’arte e la bicicletta, verso una vita più sostenibile sia da un punto di vista ambientale che economico. The Art of Cycling ha come obiettivi:

  • dotare gli adulti di nuove conoscenze di base sull’assemblaggio, riparazione e manutenzione delle biciclette, che permetteranno loro di affrontare alcune sfide poste dalla pandemia e di adattarsi ad uno stile di vita più rispettoso dell’ambiente e sostenibile;
  • sviluppare le capacità degli artisti in una nuova forma (design delle componenti delle biciclette e decorazione) che può generare una fonte di reddito supplementare per questa categoria fortemente colpita dalla pandemia.

Durante il primo incontro abbiamo cercato di mantenere la sostenibilità e la creatività come linee guida del nostro lavoro. Ci aspettano mesi di ricerca per studiare e preparare un curriculum di 10 video lezioni nel quale proporre in modo virtuale le conoscenze che vogliamo trasmettere, ovvero come assemblare, riparare e decorare le biciclette per adulti e artisti. Il curriculum verrà testato con i gruppi ai quali ci rivolgiamo, adulti e artisti, in una serie di eventi di formazione e sensibilizzazione al tema della mobilità sostenibile. In questo primo incontro abbiamo deciso quali saranno gli argomenti principali da trattare e abbiamo definito che nella fase di ricerca coinvolgeremo chi già lavora nel mondo delle biciclette e dell’arte per scoprire il modo migliore nel quale strutturare i nostri video e le nostre risorse.

Per qualsiasi dubbio o suggerimento sul progetto scrivere a Giulia Cau: giulia.cau@danilodolci.org.

TAC – The Art of Cycling è un progetto finanziato dal programma Erasmus + – KA2: Strategic Partnership | Adult.

 

Partner