C.A.S.A. a Ballarò

Comunità Attiva e Scuola Aperta a Ballarò

Il progetto

C.A.S.A. a Ballarò
Comunità Attiva e Scuola Aperta a Ballarò

N° di progetto

Date di realizzazione

1/04/2019 – 31/03/2022

Istituzione finanziatrice

Bando Nuove Generazione – Fondo per il Contrasto della Povertà Educativa Minorile – CON I BAMBINI Impresa Sociale https://www.conibambini.org/

Categorie

Info & contatti

irene.ippolito@danilodolci.org
https://percorsiconibambini.it/casaaballaro/scheda-progetto/

Social Media

    Il progetto “C.A.S.A. a Ballarò” nasce sotto l’impulso di una rete informale che da 4 anni è impegnata nel nella rigenerazione del quartiere Ballarò a Palermo. Associazioni, cooperative sociali, parrocchie, scuole, università, commercianti, cittadini, istituzioni coinvolti in un unico processo di partecipazione, atto a formalizzare la costruzione di una comunità attiva che dialoga, coopera, educa, creando relazioni e opportunità, in una logica di welfare comunitario sostenibile nel tempo.

    Obiettivo del progetto è quello di aumentare i livelli di benessere e le opportunità di crescita educativa per i minori della fascia di età 5-14 anni del quartiere Ballarò che vivono in situazione di fragilità sociale, culturale ed economica.

    L’intervento prevede quattro assi principali di intervento: scuola, terzo settore, famiglia e quartiere, in una logica di welfare comunitario.

    ATTIVITÀ

    Nello specifico, si prevedono attività di; interventi di educativa di strada; percorsi formativi basati sulla metodologia della peer education in ambito scientifico e STEM; laboratori curricolari per il potenziamento di competenze trasversali; laboratori extracurricolari finalizzati alla preparazione di eventi di quartiere su temi quali interculturalità e anti-discriminazione; laboratori estivi e attività sportive, che permettano anche una conciliazione dei tempi lavoro-famiglia. Si prevedono, inoltre, attività di sostegno alla genitorialità (counseling psico-pedagogico, formazione per mamme tutor, laboratori di sartoria, accompagnamento al titolo di licenza media per genitori di minori in condizione di povertà assoluta, corsi di alfabetizzazione informatica), riqualificazione di spazi del quartiere, valorizzazione di spazi degli istituti scolastici partner e, infine, attività formative per i docenti. I beneficiari sono circa 620 minori e 1200 nuclei familiari.

    PARTNER