LEAP – Learning to Participate

Secondo l’ultimo sondaggio dell’Eurobarometro sulla gioventù europea, quasi la metà dei giovani non risultano attivi nelle differenti aree di partecipazione, o non appartiene a organizzazioni giovanili o culturali. Soprattutto i giovani con un inferiore status socioeconomico sono meno impegnati e vi sono indicazioni che l’esclusione sociale e democratica vanno di pari passo. I tassi di partecipazione alle elezioni europee del 2014 mostrano un leggero aumento per le elezioni nazionali e locali, ma di molto inferiori a quelli di generazioni più anziane. Questo è il contesto, dove il progetto Learning to Participate (LEAP) basa la sua azione. Il progetto LEAP promuove il processo di crescita dei giovani attraverso la sperimentazione dell’Apprendimento Basato sul Progetto (PBL) nell’educazione non formale per stimolare lo sviluppo delle competenze e la partecipazione giovanile. Infatti, LEAP utilizza il PBL come modello pedagogico e come soluzione per affrontare il problema dell’inclusione sociale, in quanto può promuovere progetti comuni condotti da giovani e direttamente introdotti da essi, sostenendo il loro coinvolgimento come cittadini attivi e rafforzando la capacità di azione dei giovani.
LEAP mira a: 1) introdurre la PBL come esperienza lavorativa nell’organizzazione giovanile per l’educazione non formale; 2) sostenere i giovani nello sviluppo di competenze sociali e civili; 3) rafforzare i comuni valori europei in materia di partecipazione giovanile; 3) rafforzare il dialogo interculturale e il rispetto della diversità tra i giovani nelle organizzazioni partecipanti; 4) stabilire una nuova forma di collaborazione tra le organizzazioni educative formale e non formale che partecipano al progetto.

ATTIVITÀ E RISULTATI

  • Opuscolo pedagogico – Project-based Learning (PBL  – Apprendimento Basato sul Progetto) nell’educazione non formale

    uno strumento per operatori giovanili per buone pratiche e suggerimenti per applicare PBL nelle attività delle organizzazioni giovanili.

  • Metodologia di Project-based Learning (PBL  – Apprendimento Basato sul Progetto)
    Una descrizione dettagliata della metodologia PBL, comprendente uno schema di formazione e un quadro teorico per la convalida delle competenze.

  • Offerta di formazione PBL
    Un Quadro di Formazione da applicare in tutte le organizzazioni giovanili per migliorare le proprie competenze e le competenze dei giovani nella metodologia di Apprendimento Basato sul Progetto.

  • Partecipazione dei giovani: Carta e applicazione della PBL
    una formazione e un prodotto audiovisivo, compresa una Carta sulla Partecipazione dei Giovani e una serie di Linee Guida su come PBL può essere utilizzato nei progetti per i giovani, con esempi concreti dal progetto realizzato.

  • 3 Mobilità Giovanili misceltate per la sperimentazione di PBL, con 45 giovani partecipanti alle attività di mobilità;

  • 4 Eventi Moltiplicatore per coinvolgere giovani, animatori giovanili e professionisti della formazione giovanile per diffondere i risultati a tutti i livelli;

PARTNER

ISTITUZIONE FINANZIATRICE

Erasmus+; KA2 Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche – Partnerships Strategica per la gioventù

DURATA DEL PROGETTO

01-02-2019 / 31-01-2021

CONTATTI

CSC: giovanni.lobiundo@danilodolci.org