Come affrontare il linguaggio dell’odio e promuovere il pensiero criticosociale e interculturale?

Come promuovere tra i giovani l’educazione ai diritti umani?

Gli studenti dell’Ipseo Pietro Piazza di Palermo, nell’ambito del progetto NEw CHapter – NEtwork of Cooperation against Hate , hanno partecipato alla seconda attività locale del 30 Ottobre 2018 organizzata dal Centro per lo Sviluppo Creativo Danilo Dolci.

E’ stato presentato il “No Hate Speech Movement” per promuovere la libertà di espressione online fornendo uno spazio sicuro per i giovani affinché possano esprimere se stessi liberi dalla paura dei discorsi di odio.

Per far conoscere il progetto e affrontare la tematica della libertà di espressione, abbiamo utilizzatola metodologia dell’approccio maieutico reciproco di Danilo Dolci. L’approccio maieutico reciproco (RMA) è un metodo dialettico d’inchiesta e “autoanalisi popolare” per la leggittimazione di comunità e individui e che può essere definito come un “processo di esplorazione collettiva che prende, come punto di partenza, l’esperienza e l’intuizione degli individui”. Come dice il nome, RMA è un processo “reciproco” tra almeno due persone e normalmente è fatto all’interno di un gruppo, con una sola persona che fa le domande e gli altri che danno le risposte.

Durante l’incontro, gli studenti si sono seduti in cerchio e ad ognuno di loro è stato chiesto

  • Cos’è la “libertà” secondo la tua esperienza personale? Cosa significa “libertà” per te?
  • Descrivi una situazione in cui la tua libertà può interferire o limitare la libertà degli altri;
  • È giusto?
  • In quale situazione la libertà può/deve essere limitata?

Parlare agli studenti del progetto e condividere le proprie esperienze è stato un metodo efficace per motivarli, incoraggiare l’apprendimento attivo e sviluppare un pensiero critico.

NEw CHapter – NEtwork of Cooperation against Hate è finanziato dal Programma Erasmus+, Azione Chiave 2: Partenariati Strategici nel settore della Gioventù.

In particolare, il progetto mira a rafforzare la cooperazione transnazionale tra le organizzazioni partecipanti per contrastare il linguaggio dell’odio, il bullismo e la discriminazione tra i giovani.

Il partenariato si compone di cinque organizzazioni:

Per ulteriori informazioni, contatta Irene Ippolito – irene.ippolito@danilodolci.org.

Tags:
Sito ufficiale del Centro Sviluppo Creativo Danilo Dolci