SMIIM: Interpretazione e mediazione culturale per l'inclusione socialeCome ridurre l’isolamento sociale e favorire la conoscenza interculturale?

Come aiutare i servizi pubblici a superare le barriere linguistiche nella comunicazione con gli stranieri?

L’11 e 12 Gennaio 2018 si è tenuto il primo incontro tra i partner di SMIIM – Skill to Maximise Inclusion through Interpreting and Mediation a Hemel Hempstead (Regno Unito). Il progetto segue Language Interpreter Training as a Stepping Stone to Work, implementato alcuni anni fa dallo stesso consorzio.

SMIIM mira a ridurre in modo significativo l’esclusione sociale dei migranti attraverso una formazione innovativa rivolta a interpreti e mediatori culturali: questa garantirà loro l’acquisizione di competenze chiave per la rimozione delle barriere linguistiche che impediscono l’accesso ai servizi pubblici dei paesi ospitanti.

Il progetto prevede le seguenti attività:

  • Due eventi di promozione delle attività e incontri di networking nelle comunità locali;
  • Due corsi di formazione per il personale e interpreti / mediatori culturali per testare la piattaforma online.

Tutti i partner testeranno i metodi presentati durante la formazione, modificandoli e sviluppandoli in base alle esigenze e vincoli osservati durante i laboratori pilota locali.

Durante l’incontro di avvio in Regno Unito, i partner hanno discusso di compiti, distribuzione del lavoro e risultati del progetto.

I partner intendono realizzare:

  • un portale web per migliorare l’offerta formativa per gli studenti nel campo dell’interpretazione e della mediazione culturale. Questo prodotto innovativo avrà contenuti, video pertinenti e un repository vocale come materiale di formazione per consentire agli studenti di praticare la pronuncia e la pronuncia con i loro studenti in altri paesi partner;
  • sei prodotti innovativi tra cui un portale web, materiale didattico on-line, repository video/vocale e un manuale per formatori;
  • formazione per 60 studenti (10 per partner), per formare 30 interpreti e 30 mediatori culturali;
  • formazione per 12 formatori (2 per partner) per una continua opportunità di sviluppo professionale.

Il prossimo incontro con i partner sarà a Berlino nel settembre 2018.

SMIIM ha la durata di due anni ed è finanziato dal programma Erasmus+, Azione Chiave 2 – Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche, Partenariati strategici – settore VET.

Il partenariato di progetto si compone di 6 organizzazioni:

Per ulteriori informazioni contattare Dario Ferrante, dario.ferrante@danilodolci.org.

 

 

Tags:
Sito ufficiale del Centro Sviluppo Creativo Danilo Dolci